ARRIVO IN SICILIA DEI PESCATORI DI SPUGNE - Ragusa Oggi

ARRIVO IN SICILIA DEI PESCATORI DI SPUGNE


Condividi su:


ARRIVO IN SICILIA DEI PESCATORI DI SPUGNE
Attualità
4 luglio 2013 14:12

Considerato come l’ultimo pescatore di spugne di Bodrum (vecchia Alicarnasso)  cosiddetto ’Aksona Mehmet”,  il Capitano Mehmet Bas,  il 1 Luglio 2013 è partito a bordo della sua barca di 18 metri  costruita in legno insieme al suo equipaggio composto da 5 marinai dal porto di Bodrum per dare l’inizio al suo progetto denominato ”I pescatori di spugne del Mar Egeo tra i Due Continenti” che sarà realizzato nelle acque del Mar Mediterraneo.
L’associazione “Unione di Amicizia Italia Turchia” con sede a Roma in collaborazione con le associazioni e gli enti locali di Mugla e di Bodrum,( Turchia ) ed EUMETRA ( European & mediterranean  Traing Association ) con sede in Sicilia, hanno sviluppato  il progetto in oggetto, individuando in Siracusa la prima tappa in Sicilia la quale  è stata prescelta su suggerimento del Console Generale Onorario in Sicilia  della Repubblica di Turchia  Sig. Domenico Romeo che  è sto il primo a dare il benvenuto in Italia ai pescatori provenienti da Bodrum, unitamente al com/te  in 2° della Capitaneria di Porto C.F.  Ernesto Cataldi ed ad alcuni membri delle assaociazioni  Eumetra  e Siracusa Cultura ed Ambiente.  Questa particolare imbarcazione  del tipo “gozzo genovese al porto di Siracusa, che  navigherà lungo il Mediterraneo toccando i porti di Kalimnos in Grecia, Siracusa / Marsala – Trapani Pantelleria  in Italia, Tunisi / Biserta e Klibia in Tunisi,   per poi fare rientro  in Turchia dopo  2 mesi di navigazione della barca, sosterà a Siracusa presso la Marina – Foro Italico, gentilmente concesso dall’Autorità marittima  dal 4  al  6 Luglio, prevedendo di ritornare  a Siracusa, durante il viaggio di rientro in TurchiaQuesto unico evento nella storia tra Turchia ed Italia contribuirà a consolidare gli ottimi rapporti esistenti fra i due Paesi.L’imbarcazione è al comando di un eccellente, carismatico personaggio, un antico pescatore di spugne, un uomo che ha dedicato la propria vita alla conservazione della natura, il Capitano Mehmet Bas, conosciuto non solo in Turchia, ma anche in altre località del Mediterraneo come “Aksona Mehmet”, dal nome della sua imbarcazione “AKSONA”.    Inoltre il Capitano Mehmet Bas porta con se il messaggio di amicizia della Municipalità di Mugla  e di Bodrum al Sindaco ed un altro messaggio  del Presidente della Direzione del Porto di Bodrum al suo collega Comandante della Capitaneria di Siracusa,  in segno di amicizia e reciproca collaborazione.
Durante la sosta a Siracusa  il comandante Mehmet Bas ha inteso porgere il suo saluto anche a nome della marineria di Bodrum a Enzo Maiorca le cui gesta ed il suo nome sono  ben conosciute ed apprezzat e  da tutti i sommorzatori in  tutto il MondoL’incontro è stato organizzato presso i locali gentilmente offerti dall’Autorità Marittima di Siracusa.
Il progetto è dedicato ai pescatori di spugne di Bodrum e di tutto il Mediterraneo denominati i ” Mancorna”che lavorano nelle profondità del mare del Mediterraneo dallo Stretto di  Canakkale(Dardanelli) fino all’Isola di Cipro ed alle coste dell’Africa Settentrionale. Durante le loro leggendarie imprese a caccia delle spugne nelle profondità del mare i palombari  di Bodrum che perdevano la vita venivano sepolti sulle coste da parte dei loro colleghi che continuavano verso le altre destinazioni. Il progetto ideato e realizzato da “Aksona Mehmet” tende a far conoscere la cultura marinara di Bodrum e della Turchia, divulgando la cultura dei leggendari pescatori di spugne attraverso i rapporti marittimi tra i Paesi Mediterranei
Le finalità del progetto comprendono la promozione della barca chiamata “Tirhandil”(come es. “gozzo genovese”) costruita a secondo delle tradizioni di provenienza antica, preferita dai pescatori, divulgare e condividere con i cittadini dei paesi mediterranei la cultura della pesca di spugne attraverso questa  simbolica crociera  che si effettuerà da Bodrum fino alle coste dell’Africa Settentrionale e sarà trasformata in un documentario curato da Orazio Pistorio per conto del Consolato di Turchia e da altri tecnici turchi presenti a bordo, e che sarà trasmesso dalla Televisione  RTL e IZ TV 
“Ospitare a bordo i pescatori di spugne, gli scienziati ed i ricercatori ad ogni porto nel Mediterraneo per lo sviluppo e la ricerca della pesca di spugne al fine di ereditarla alla nuova generazione dei “mancorna, è lo scopo principale di questo progetto”, cosi come è stato affermato dal Comandante  Mehmet Bas ribandando inoltre  che ” Il Mare Mediterraneo dovrà divenire un mare di Pace e di Fratellanza,  collegando i Paesi che  vi si affaciano, rispettando reciprocamente le tradizioni culturali e religiose dei rispettivi Popoli”.


Condividi su:


Commenti

Post nella stessa Categoria