Tar boccia maxi gara Asp per la pulizia degli ospedali. 33 milioni il valore del lotto di Ragusa e Siracusa


Condividi su:


Tar boccia maxi gara Asp per la pulizia degli ospedali. 33 milioni il valore del lotto di Ragusa e Siracusa
Cronaca
12 ottobre 2017

C’è anche il lotto relativo ad Asp di Ragusa e Siracusa del valore di quasi 33 milioni nel calderone della maxi-gara regionale per la pulizia degli ospedali stoppata dal Tar con apposita sospensiva.

Il  Cga, già a  marzo aveva bloccato il primo bando da 350 milioni perché avrebbe penalizzato le piccole e medie imprese a vantaggio dei “big.

Il Tar adesso  ha nuovamente  stoppato  la procedura concedendo la sospensiva dopo il ricorso di una ditta: i lotti sarebbero troppo pochi per garantire la partecipazione delle piccole e medie imprese.

 Per la prima sezione del tribunale amministrativo, che ha concesso la sospensiva su ricorso dell’impresa catanese Mediterranea servizi, la suddivisione in sei maxi lotti taglierebbe fuori le piccole e medie e medie imprese. Ovvero per le stesse ragioni per cui sono state annullate altre due gare regionali, quella da 114 milioni di euro che prevedeva la fornitura dei pannoloni delle nove Asp siciliane e quella da 163 milioni per la ristorazione in corsia.

Il bando sospeso prevedeva sei lotti. Uno riguardava le aziende di Palermo (Asp, Civico, Policlinico, Villa Sofia-Cervello) dal valore di oltre 94 milioni di euro.

Il lotto relativo alle Asp di Caltanissetta ed Enna era superiore a 28 milioni, quello di Catania (Asp, Garibaldi, Policlinico) di oltre 53 milioni, quello di Messina (Asp, Papardo, Policlinico e Irccs Bonino-Pulejo) 38 milioni. E ancora, quello di Ragusa e  Siracusa appunto  e quello che riguarda le Asp di Agrigento e Trapani da quasi 18 milioni di euro. Per un totale di 265 milioni di euro. Uno dei bandi più ricchi e tormentati degli ultimi anni.

 


Condividi su:


Commenti