Rete scolastica provinciale, proposto mantenimento delle suddivisioni attuali - Ragusa Oggi

Rete scolastica provinciale, proposto mantenimento delle suddivisioni attuali


Condividi su:


Rete scolastica provinciale, proposto mantenimento delle suddivisioni attuali
Attualità
11 gennaio 2018 13:59

Il congelamento della rete scolastica provinciale di quest’anno anche per l’anno scolastico 2018/19 ma col mantenimento delle autonomie ad oggi esistenti è la proposta quasi unitaria della conferenza provinciale per il dimensionamento della rete scolastica provinciale che si è riunita oggi nella Sala Giunta del Palazzo della Provincia. Su quest’opzione hanno spinto il sindaco di Modica Ignazio Abbate e l’assessore alla Pubblica Istruzione di Santa Croce Camerina, mentre, è diversificata la proposta del sindaco di Chiaramonte Gulfi Sebastiano Gurrieri che qualora non dovesse essere approvata questa deroga ha chiesto che le decisioni future sulla nuova rete scolastica provinciale siano assunte dall’assessore regionale Roberto Lagalla dopo aver sentito nuovamente la Conferenza provinciale, mentre, il sindaco di Vittoria Giovanni Moscato ha proposto che qualora salti l’opzione del congelamento si dia corso alla proposta formulata dall’Ufficio Scolastico Provinciale ovvero di trasferire la sezione ‘staccate’ di Chiaramonte Gulfi dell’Istituto Alberghiero ‘Principi di Grimaldi’ di Modica all’Istituto Professionale ‘Marconi’ di Vittoria e la sezione staccata di Santa Croce dell’Istituto Commerciale ‘Besta’ di Ragusa all’Istituto ‘Archimede’ di Modica in modo che siano ricomprese negli stessi ambiti territoriali, mentre, per il sottodimensionamento dell’Istituto Comprensivo Giovanni XXIII di Modica la proposta dell’Ufficio è di accorparlo all’Istituto ‘Albo’ di Modica.
La conferenza provinciale della rete scolastica ha motivato la scelta del ‘congelamento’ anche in previsione delle dichiarazioni rese proprio lunedì scorso dall’assessore Lagalla nel corso dell’insediamento del tavolo tecnico regionale di voler dare vita a tavoli provinciali per la nuova rete di dimensionamento della rete scolastica.
[image: Immagine incorporata 1]


Condividi su:


Commenti