LETTERA DI “RAGUSA OGGI” A MASSIMO D’ALEMA


Condividi su:


Politica
6 giugno 2012
Caro Presidente sono il direttore responsabile del quotidiano on line www.ragusaoggi.it e la conosco per averla intervistata in quel di Comiso anche nel momento del completamento della struttura grezza dell’area aeroportuale iblea (ex base Nato dei missili Cruise) e grazie a lei un aeroporto civile di grande rilevanza economica e sociale.
Sappiamo quanto ha fatto, allora, per raggiungere anche in sede europea, questo obiettivo importantissimo ma dopo di lei tutti si sono tirati indietro e, come saprà, si rischia di far morire l’aeroporto ancor prima di essere operativo perchè i “nemici di Ragusa” Berlusconi, Tremonti, Matteoli ed ora Monti e soprattutto Passera si sono “coalizzati” per fare morire questa bellissima area sociale, economica, di possibile grande sviluppo nell’area mediterranea.

L’on.le Digiacomo ex sindaco di Comiso ed ora deputato regionale del Pd che lei conosce benissimo le ha fatto tutte incatenandosi all’ingresso dell’aeroporto, lo sciopero della fame davanti ai cancelli ed ora, il 30 giugno a Roma, all’aeroporto di Fiumicino per una occupazione pacifica, simbolica e civile della struttura aeroportuale della capitale perchè tutti sappiano ciò che continuano a combinare contro questo territorio.
Lei presidente D’Alema deve esserci il 30 giugno a Roma. Faccia tutto il possibile per esserci, disdica gli impegni che potrebbe già avere e ci dia una mano, dia una mano al territorio ibleo perchè conttro i “nemici” di Ragusa ci vogliono gli amici di Ragusa e lei è uno di questi e lo ha dimostrato più volte e con lei potremo vincere questa battaglia di civiltà.
Io ci sarò pure, ovviamente,  e le stringerò la mano e la ringrazierò se potrò incontrarla a Fiumicino.
Grazie Franco Portelli

Condividi su:


Commenti

Post nella stessa Categoria