La banda musicale Città di Modica "Belluardo Risadelli" partecipa al Guinness World Record - Ragusa Oggi

La banda musicale Città di Modica “Belluardo Risadelli” partecipa al Guinness World Record


Condividi su:


La banda musicale Città di Modica “Belluardo Risadelli” partecipa al Guinness World Record
Attualità
13 luglio 2018 11:14

Anche la Banda Musicale Città di Modica “Belluardo-Risadelli”, parteciperà sabato prossimo, 14 luglio 2018, a Terme Vigliatore (ME) al Guinness World Record sezione *Largest Clarinet Ensemble*.
Con 15 propri clarinettisti, la Banda musicale cittadina, darà il proprio apporto per battere un Guinness mondiale, quello dell’ensemble di clarinetti più grande al mondo.
Il record è attualmente detenuto dall’India che con un evento organizzato da SiliconAndhra (U.S.A.) nello stadio L.B. di Hyderabad (Andhra Pradesh) in India, registrò, il 6 maggio 2012, l’ensemble di 321 clarinettisti più grande al mondo, cioè presenti e suonanti.

Quest’anno ci si prova appunto in Sicilia e sabato prossimo si proverà, con tutte le forze musicali provenienti dalla Sicilia e non solo, a raggiungere e superare tale limite ottenendo il Guinness World Record per l’Italia.
Questa è una delle tantissime iniziative, anche *sui generis,* come la predetta, che la Banda Musicale Città di Modica “Belluardo-Risadelli” ha posto in essere in questa timida e lenta estate 2018.
Come si ricorderà la Banda cittadina sta promuovendo anche la II Edizione di “*La musica non va in vacanza”*, dedicata ai giovani ed anche ai non più giovani, con appuntamenti in sala musica, da giugno a settembre, attività che culminerà ad ottobre con un grande concerto in piazza.

Ovviamente tutte le attività sono gratuite e volontarie, come lo è anche la scuola musicale “Peppino Galfo”, fiore all’occhiello della Banda civica, fortemente voluta dal Presidente Gianluca Cataldi e dal M.o Corrado Civello.
Dal “De Bello Gallico”: “*Non è importante conoscere se domani vinceremo la battaglia, attendiamo il domani e lo sapremo.*”. Quindi, un in bocca al lupo ai nostri bandisti e, incrociando le dita, li attediamo vittoriosi


Condividi su:


Commenti