Festa Madonna del Carmine tanti devoti. FOTO - Ragusa Oggi

Festa Madonna del Carmine tanti devoti. FOTO


Condividi su:


Attualità
17 luglio 2017

La festa, la tradizione e la devozione. Un sentimento diffuso di intimità spirituale caratterizza, ogni anno, le celebrazioni in onore della Madonna del Carmine. Ancora di più in questa occasione visto e considerato che la processione esterna è coincisa esattamente con la giornata in cui si celebra la memoria della Vergine del Monte Carmelo, vale a dire il 16 luglio.

E così ieri sera erano numerosi i devoti che indossavano lo scapolare, segno di assoluta devozione nei confronti della Madonna del Carmine, oltre ai numerosi fedeli che hanno voluto testimoniare, con la propria presenza, la singolare affezione nei confronti della Madre di Dio. Il simulacro della Madonna, dopo il rito religioso caratterizzato da suggestivi canti mariani, è uscito dal santuario poco prima delle 19 e da qui, attraverso la salita del corso Italia, è stato condotto in Cattedrale dove ad accogliere i fedeli e i sacerdoti c’era il parroco don Gino Alessi.

La processione, invece, era guidata dal priore dei Carmelitani scalzi di Ragusa, padre Renato Dall’Acqua, con alcuni confratelli, oltre ai sacerdoti don Giorgio Occhipinti, don Pippo Ramondazzo, don Giuseppe Riggio e don Silvio Sanfilippo. Le giaculatorie declamate durante la processione sono state partecipate con estrema attenzione da tutti coloro che erano presenti e che hanno voluto così testimoniare la particolarità di una festa religiosa che cade in piena estate e che è vissuta con grande trasporto spirituale dai ragusani, soprattutto quelli residenti nel centro storico superiore, ma non solo.

Interessante anche l’iniziativa adottata dall’Athena Resort, il villaggio turistico che sorge sulla Ragusa-Scoglitti, che ha fornito agli ospiti che intendevano farlo la possibilità di prendere parte alle cerimonie religiose che, in questi ultimi giorni, hanno caratterizzato la festa della Madonna del Monte Carmelo. Dopo la celebrazione eucaristica in Cattedrale, il simulacro è stato riportato all’interno del Santuario non prima di avere compiuto un tragitto differente rispetto all’andata, interessando altre strade del centro storico con l’obiettivo di sollecitare il coinvolgimento di un numero quanto più consistente di fedeli, iniziativa riuscita perché numerosi sono stati i residenti che hanno adornato i balconi delle proprie abitazioni con i drappi rossi in onore della Madonna del Carmine.

 


Condividi su:


Commenti

Ultimissime