Difesa dai parassiti esterni. Ecco come fare - Ragusa Oggi

Difesa dai parassiti esterni. Ecco come fare


Condividi su:


Difesa dai parassiti esterni. Ecco come fare
Mi fido
9 maggio 2018 10:29

Il caldo pare si stia stabilizzando nella splendida terra di Sicilia e ancor di più nella nostra ballissima terra Iblea. …ma col caldo arrivano anche un bel po’ di problemi per FIDO. Impariamo a non allarmarci e ad attuare dei corretti piani di PREVENZIONE, iniziando dal conoscere i principali ecto-parassiti *Zecche*: si nutrono del sangue di Fido, attaccandosi con un efficiacissimo apparato morsicatore alla cute. Oltre a portare vari problemi già da sole, le zecche possono anche’dare un passaggio’ ad altri parassiti che, quando la zecca ‘rigurgita’ il pasto di sangue, possono passare nel circolo ematico causando patologie pericolose (Ehrichiosi, etc). Se si trova una zecca attaccata sulla cute basta munirsi di pinzetta e, evitando di toccarla con le mani, tirarla via facendo contemporaneamente un giro con la stessa pinzetta in senso antiorario. NON TAGLIATE le zecche, nè spruzzate antiparassitario, olio o altro direttamente sulla zecca: in questo modo rischiereste di provocare voi stessi uno stimolo al rigurgito e… il parassita(se presente) passerebbe subito in circolo. *Pulci*: pericolose anche’esse, causano un prurito anche intenso e provocano varie patologie secondarie a FIDO *Flebotomi*: questo tipo di ‘zanzara’ è il vettore della temibile Leishmaniosi che, con un complicato ciclo intermedio, riesce a trasmettere da un cane ad un altro. Che strumenti abbiamo contro questi temibili nemici di FIDO ? Esistono in commercio varie formulazioni: uso esterno spray, uso esterno spot-on, uso esterno in collare ed antiparassitari per uso orale. Non è facile la scelta del prodotto, in quanto se da una parte l’uno può essere più di facile somministrazione, l’altro magari ha un effetto repellente (ad esempio i prodotti per bocca, più facili da gestire e da somministrare, non hanno di contro effetto repellente: in questo modo il parassita può arrivare a pungere) Insomma la risposta giusta è quella di recarsi dal medico veterinario per ricevere (da Lui e SOLO da Lui!!!!!) i corretti consigli dopo avere analizzato insieme la situazione ambientale di Fido ed avere ‘pesato’ i pro- e i contro- sull’uso di uno rispetto ad un altro prodotto. PREVENZIONE quindi è la parola vincente !
a cura di Ernesto Turlà dmv Clinica Veterinaria ETHOS dr.E.Criscione – dr.E.Turlà via Forlanini 86 Ragusa tel.0932.641231 www.clinicaveterinariaragusa.it


Condividi su:


Commenti

Post nella stessa Categoria