Cruda Sicilia, lo chef Luca Giannone presenta i piatti di crudi - Ragusa Oggi

Cruda Sicilia, lo chef Luca Giannone presenta i piatti di crudi


Condividi su:


Cruda Sicilia, lo chef Luca Giannone presenta i piatti di crudi
Food
9 maggio 2018 12:04

La suggestiva atmosfera del ristorante “Al Galù” – un antico granaio in pietra trasformato in un locale moderno e raffinato – ha fatto da elegante cornice alla presentazione di Cruda Sicilia, il nuovo percorso gastronomico ideato dallo chef Luca Giannone, che ieri sera è stato proposto in anteprima a un pubblico ristretto di food blogger e giornalisti di settore. Una serata esclusiva, organizzata con la sapiente regia della digital company napoletana Livecode, alla quale hanno preso parte circa venti operatori dell’informazione della carta stampata, della televisione e del web.
«Cruda Sicilia – ha spiegato lo chef sciclitano – evoca l’anima più autentica di questa isola, aspra ma sublime, ricca di contrasti e contraddizioni. Si tratta di un percorso di gusto per esaltare i sapori autentici del territorio, racchiudendo e valorizzando ingredienti tipici non contaminati da una lavorazione che ne trasformerebbe tutte le sfumature sensoriali». Dalla carne di cinisara modicana alla ricotta di bufala ragusana, dai capperi di Salina al gambero rosso di Mazara del Vallo, dai pistacchi di Bronte alle erbe aromatiche che crescono spontanee negli Iblei, fino alle pale di fichi d’India che verdeggiano nelle lande brulle e assolate, Cruda Sicilia è un viaggio attraverso i sapori e i profumi di una terra circondata dal mare ma campagnola. Quattro le tappe di questo percorso del gusto, che prende l’abbrivio dagli antipasti – Ostrica con mojto, Cannolo di acqua di mare, Riccio di carne (dove convivono creatività, ricercatezza degli ingredienti e raffinati accostamenti), Passion shrimp con caviale di passiflora, Gamber – one, Cala – calamaro – per approdare ai primi, dove tradizione e innovazione si fondono con i ravioli rivisitati, il Ricordo d’infanzia, Prato di Primavera. Per finire con il dolce, un tortino caldo di mela dal cuore fondente servito su tartare di mela verde, zucchina e menta, condita con olio e limone, accompagnato con una sfera di gelato alla mela verde glassata.
Tra l’antipasto e il primo, per “pulire” il palato lo chef Giannone ha proposto in esclusiva il sorbetto Fichissima, una granita di pala di fico d’India che si candida a diventare una fresca e gustosa novità dell’estate 2018. Al menù è stato abbinata una selezione di vini dalla sommelier professionista Stefania Zona. La degustazione, preceduta dallo show cooking e seguita da uno spazio di approfondimento con lo chef Luca Giannone, ha consentito ai giornalisti presenti di conoscere più da vicino la sua filosofia culinaria, che si muove tra innovazione e tradizione, tra sperimentazione e valorizzazione dei prodotti del territorio e a chilometro zero. Giannone, forte di una ventennale esperienza in cucina maturata in Italia e all’estero, nel 2011 ha aperto con la moglie Gabriella il ristorante “Al Galù”. Che in poco tempo ha scalato le vette del gradimento su Tripadvisor e su altre guide di settore. Al successo e alla notorietà dello chef hanno contribuito anche le numerose partecipazioni a programmi televisivi e radiofonici di cucina come “Attenti al cuoco” (Alice Tv), “Cuochi e fiamme” (La 7) e “Kiss Cuoce” (Radio Kisskiss). Dal 10 maggio, il menù Cruda Sicilia sarà proposto al pubblico de “Al Galù” tutti i giovedì a cena.


Condividi su:


Commenti